Montebelluna – Negate agli studenti le strutture adeguate per svolgere le lezioni. Rete in piazza con loro!

Questa mattina, di fronte agli uffici della Provincia, gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Maffioli” hanno manifestato il loro dissenso in merito alla scelta immotivata di mantenere nella sede periferica di Montebelluna una sola classe prima. In contemporanea, altri studenti dello stesso istituto portavano avanti un’azione coordinata presso il liceo “Primo Levi”, la cui sede ospita da un paio d’anni alcune classi.

studenti in piazza montebelluna

Nonostante fossero state prospettate delle soluzioni opportune da parte dell’amministrazione, di concerto con le famiglie, sfruttando al meglio locali perfettamente agibili e attualmente inutilizzati per dislocarvi circa 70 studenti del montebellunese (e una decina del crespanese), a provincia ha deciso egualmente di costituire una sola classe a Montebelluna, andando a sfavorire in maniera evidente proprio gli studenti a cui, pochi giorni prima, era stato assicurato di poter frequentare in condizioni ben diverse da quelle poi annunciate.

Assieme ai ragazzi e ai loro genitori, a manifestare c’erano anche rappresentanti della Rete degli Studenti Medi di Treviso e Montebelluna, che hanno offerto il loro pieno sostegno ai ragazzi.

“Bisogna che la situazione venga risolta – dichiara Rachele Cominella, coordinatrice della base di Montebelluna – guardando come prima cosa al benessere e all’interesse degli studenti, che della scuola sono e devono essere il fine, sempre e comunque.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *