Presentate le nostre proposte su diritto allo studio e ASL all’assessore Donazzan

Le associazioni Rete degli Studenti Medi del Veneto, Unione degli Universitari di Padova, Unione degli Universitari Verona, Unione degli Universitari Venezia hanno incontrato questo pomeriggio l’assessore regionale Elena Donazzan presso Palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto per presentare le nostre richieste in merito all’Alternanza Scuola Lavoro negli istituti superiori e alla seconda assegnazione delle borse di studio nelle università.

IMG_5117

Oggi abbiamo per l’ennesima volta denunciato il mancato impegno della regione riguardo il diritto allo studio: non sono stati infatti attuati particolari interventi riguardo le borse di studio, l’edilizia scolastica, i trasporti e il supporto per l’acquisto dei libri di testo, nonostante la Regione stessa, approvando una mozione ancora nel settembre 2015, avesse promesso che avrebbe risolto tutte queste questioni attraverso la convocazione di un tavolo regionale di confronto con gli studenti.
Abbiamo ribadito con forza la necessità di questo tavolo di confronto, che deve vedere ugualmente protagonisti le istituzioni e le rappresentanze degli studenti, sia quelle elette che quelle sindacali. Di questi tempi è ancora più grave che non esista una normativa seria sul diritto allo studio, soprattutto di fronte alle nuove esigenze che si profilano: il diritto allo studio nell’alternanza scuola lavoro e quello dello studente lavoratore sono due esempi.

L’assessore ci ha garantito di voler concordare con noi la composizione, le modalità di lavoro e di convocazione di questo tavolo di confronto. Non possiamo accettare, tuttavia, una vana promessa come quella del 2015: la Donazzan si impegni a stare dalla parte degli studenti, una volta per tutte, ascoltandoli davvero.

Anche nella nostra regione l’Alternanza Scuola lavoro presenta evidenti criticità che non permettono agli studenti di svolgere percorsi realmenti formativi.
È necessario che la regione si impegni in questo fronte ascoltando le nostre richieste, istituendo una cabina di regia regionale riguardante l’Alternanza Scuola Lavoro e promuovendo commissioni paritetiche di vigilanza sui percorsi nelle singole scuole del Veneto. Su questo abbiamo riscontrato una generale disponibilità dell’assessore, che pretenderemo si traduca al più presto in impegno concreto.
Positivo invece il riscontro sulla diffusione del nostro questionario di valutazione qualitativa dell’alternanza, che la Donazzan si è impegnata a diffondere in tutte le scuole del veneto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *